domenica 1 marzo 2015

Oleoliti che passione!



Ciao bellissime! È un sacco di tempo che non mi faccio sentire, eh? Purtroppo il tempo passa veloce e io tra lavoro, casa e due bimbi pesti super impegnati e super impegnativi, ho avuto pochissimo tempo da dedicare al mio blog e al mio canale Youtube. Ma ora sono di nuovo qui! E in più con una nuova pagina Facebook! Si chiama La Bellezza Secondo Me e troverete tutte le mie magie spignattose, cioè tutto quello che creo in casa per la cura e la bellezza del corpo e perché no? della casa!
Per inaugurare questa cosa ho deciso di scrivere un post su un prodotto facilissimo da fare in casa da sole: gli Oleoliti. Cosa sono? Detto proprio in parole povere sono una sorta di macerati di piante o fiori in olio. Che olio? direte voi....beh, dipende un po' dai vostri gusti ed esigenze. In genere non si fanno con olii molto pesanti tipo ricino o lino, o con oli particolarmente ricercati tipo rosa mosqueta o ribes nero....Perché?  Beh, gli olii usati sono in genere medi o leggeri perché spesso gli oleoliti si mescolano ad altre sostanze e il prodotto finale potrebbe risultare troppo appunto 'pesante', e non si usano quelli particolari perché sono piuttosto cari. Ma nulla vi vieta però di farlo!
Io in genere uso olio di oliva, di mais, di sesamo, di riso, di mandorle dolci o jojoba. E la maggior parte delle volte li uso mischiati. Alle volte aggiungo un 5% di Tocoferolo -vit E per intenderci- che funge da conservante. Se comunque uso olio di oliva posso anche non mettere la vitamina E in quanto questo tipo di olio ne è già ricco di suo.
Come si fa un Oleolito?
Ci sono due metodi: quello a caldo, più veloce e quello a freddo, più lungo ma sembra anche più indicato.
Allora, come si procede? Semplice: si prendono i fiori, i semi, le foglie, le piante, quello che insomma vi serve e si riempie circa a tre quarti un barattolo di vetro. Tipo, se volete un oleolito di camomilla prenderete i capolini secchi, se lo volete di iperico prenderete i fiori freschi, se lo volete di limone prenderete le bucce essiccate.


A questo punto versate nel barattolo l' olio o il mix di olii prescelto e coprite l' erba. L' olio deve coprirla, non andare oltre il volume della pianta. Ora avete due possibilità: caldo o freddo?
Per il caldo: mettete il contenitore a bagnomaria e lo lasciate lì per circa 3/4 ore, facendo attenzione che non vada assolutamente acqua all' interno, altrimenti dovrete buttare tutto.
Per quello a freddo: chiudete il barattolo, avvolgetelo in un foglio di alluminio e mettetelo in un armadietto al buio. Lo dovrete lasciare circa 30/40 giorni e ogni giorno andare a sbatterlo per far in modo che le proprietà rilasciate man mano si mescolino bene all' olio.


Passato il periodo, che siano ore o giorni, andrete a filtrare il tutto una prima volta, tramite colino e possibilmente anche una garza. Lasciate fermo e al buio per una notte ancora e filtrate nuovamente.


Fatto ciò potrete usarli! Tutto qua! Niente di più facile. Forse un procedimento un po' lento, ma sicuramente semplice.
Se volete, potete vedere anche il video sul mio canale qui
Buoni oleoliti a tutti!